Ne(x)t virtual classroom. Tempi, ritmi e strumenti per abilitare le persone

Ne(x)t virtual classroom. Tempi, ritmi e strumenti per abilitare le persone 13 Marzo 2020

Ecco l'approccio Logotel per progettare e gestire spazi formativi digitali

 

Ne(x)t virtual classroom. Tempi, ritmi e strumenti per abilitare le persone

In queste settimane Logotel ha attivato le sue risorse progettuali per dar vita a nuove sperimentazioni. Abbiamo garantito ai nostri Clienti continuità operativa, trasformando i nostri format per valorizzarne le componenti digitali. In questo articolo vogliamo raccontarvi il design delle virtual classroom, luoghi in cui tecnologia, interazione e motivazione garantiscono un’esperienza digitale coinvolgente.

NEXT SPACES.
Non solo informazioni e tecnologie: progettiamo spazi virtuali che motivano le persone

Definire regole di ingaggio, abilitare le persone a usare al meglio gli strumenti e generare emozioni positive attraverso elementi visivi e virtual games. Sono alcuni degli elementi che definiscono un next space. Con due nostri importanti Clienti abbiamo definito uno storytelling digitale attraverso Microsoft Teams, trasformandolo in uno “spazio per agire”. Sono un elemento essenziale per generare un “senso di vicinanza virtuale” tra le persone connesse. È il prerequisito per far sì che i contenuti trasmessi nelle virtual classroom siano compresi, ricordati e utilizzati nella vita di tutti i giorni.

INTERACTION RHYTHM.
Sviluppiamo esperienze coinvolgenti che mixano contenuti visivi, testuali, interattivi

Le virtual classroom Logotel non sono mai unidirezionali. Amplifichiamo l’attenzione degli user progettando il ritmo delle interazioni digitali. Abbiamo realizzato tre appuntamenti culturali – i nostri landscape – dedicati alle persone Logotel in luoghi d’interazione digitale. Scomponendo i contenuti informativi in micro-interazioni, abbiamo garantito il massimo coinvolgimento su temi come: il futuro della vendita, la smart mobility e le smart city e l’eco-design. Abbiamo sviluppato un mix di momenti frontali, visual insights, video d’ispirazione, momenti di scambio peer-to-peer, gestione del feedback e micro-sondaggi.

ENABLING TOOLS.
Tecnologie abilitanti al servizio delle persone

Creiamo le migliori condizioni per far sì che ogni user coinvolto sia in grado di vivere al meglio l’esperienza della virtual classroom. Selezioniamo le migliori tecnologie per generare esperienze utili e appaganti. Nei workshop digitali, abbiamo realizzato tutorial e servizi di assistenza diretta, lanciati prima della virtual classroom. In questo modo costruiamo familiarità con ogni tool messo in campo per garantire lo stesso livello di fruizione a tutti i partecipanti.

TIME DESIGN.
Creiamo percorsi di fruizione non-lineare

Negli ambienti digitali i tempi della relazione possono essere gestiti con diversi livelli di intensità e durata. Ecco perché le nostre virtual classroom prevedono:

  • momenti sincroni (dove la fruizione è in simultanea tra tutti gli user),
  • momenti asincroni (in cui si lavora in micro-gruppi o individualmente),
  • momenti riutilizzabili (dove le registrazioni di un percorso o video personalizzati possono essere visti e rivisti
  • momenti di libertà e collaborazione (in cui, attraverso live chat e tool di collaboration, gli user possono generare output)
  • momenti di sperimentazione in cui i partecipanti, in autonomia tra una virtual classroom e la successiva, possono attivare riflessioni e sperimentare nuovi comportamenti da condividere.

Questa impostazione ci ha permesso di facilitare lo scambio di informazioni e di recepire al meglio gli input dei Clienti e dei nostri collaboratori.

 

SCROLL TO TOP